Crescere

Gli altri non sbagliano mai.

Io sono sempre stata una ragazza molto timida, ma proprio tantissimo, che piuttosto che parlare diventavo rossa in faccia, mi tenevo tutto dentro. Tutto si accumulava alla bocca dello stomaco. Tante cose addirittura neanche me ne accorgevo che non mi andavano bene.

Penso a volte di fare tanti sbagli.

Ho sempre pensato che tutti si comportassero correttamente con me, credevo di essere io quella che era sempre in torto. E perciò ogni volta che mi capitava di sbagliare mi sentivo una cacca, non c’erano giustificazioni per me. Anche parcheggiare male la macchina era un segno di debolezza, non potevo accettare nessuna critica. Non è che mi arrabbiassi alle critiche, anzi, ero sempre con le orecchie basse, in ascolto, soggetta, abituata a non ribattere. E quando si trattava di un parcheggio fatto male uno dice “ok, forse è colpa mia”… ma adesso mi domando: ma gli altri non sbagliano mai?

Mi è successo un episodio proprio qualche tempo fa.

Dovevo andare a prendere il pane. Parcheggio la macchina un po’ troppo vicino alla linea di sinistra, ma comunque dentro al posteggio. Faccio quasi fatica a uscire dalla portiera, ma penso che piuttosto che rifare il parcheggio faccio una volata in panetteria e torno il prima possibile. Proprio nel momento in cui finisco di elaborare questo pensiero, ecco che arriva il proprietario della macchina a fianco. Azz… penso. In malo modo la signora mi riprende con un tono acido “Poteva parcheggiarla meglio la macchina… adesso io come faccio ad entrare?” Lei era al posto passeggero.

Se fossi stata la mia vecchia me, timida e debole, l’avrei spostata senza batter ciglio. Invece adesso no, no! L’avrei fatto solo se la signora me lo avesse chiesto con un po’ più di gentilezza. Perché solo io mi preoccupo di essere gentile con gli altri?

So benissimo che ero in torto, in quel momento ero io ad aver sbagliato. Eppure le ho risposto così: “Signora mi scusi ho sbagliato, la prossima volta starò più attenta”. Mi giro e vado per la mia strada. [La signora doveva solo aspettare che il marito uscisse dal parcheggio per poi entrare]

Ecco. Non dico che sono fiera di quello che ho fatto, ma almeno ho avuto il coraggio di ribellarmi alla saccenteria della signora. Di questo sono fiera.

E questo mi ha reso un po’ più libera dai miei schemi mentali. Perché sto capendo che sbagliare è umano, tutti sbagliano, anche io sbaglio.

Penso a tutte le volte in cui anche io volevo essere perfetta e pretendevo perfezione dagli altri. Magari tante volte incontravo persone veramente maleducate. E magari altre volte ho incontrato persone che hanno sbagliato perché erano sovrappensiero. Avevano altre cose a cui pensare. Ora penso a chissà quante persone ho fatto sentire veramente male, perché hanno sbagliato, ma non l’hanno fatto apposta. Che poi, chi lo farebbe apposta?

Alla signora del parcheggio e a tutti quelli che criticano:

“Ok, ho sbagliato e mi dispiace, capita. Però non farmi sentire proprio una merda, dai.”

Gli altri non sbagliano mai.2

0 commenti su “Gli altri non sbagliano mai.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: